Tag Archives: glam

Mid Season Sale e ritorni

19 Set

AAAAAAllora, sono ben due anni che non scrivo qui… 2 anni!?!? ma veramente!?!? ma solo a me sembra ieri!?

Anyway, sono tornata, nuova foto profilo, nuova pagina Instagram e sempre la solita me incasinata e ingarbugliata come la solito…

Ora parliamo di cose “serie”…. Siamo a metà settembre, i saldi teoricamente sono finiti da qualche settimana, eppure girovagando su vari shop online possiamo trovare alcuni capi in saldo sotto la voce “Mid Season Sale” (vedi Mango e Pull&Bear) oppure nel menù “promo” (Bershka).

Partiamo da Mango, fino al 1 ottobre ci sono capi e accessori scontati fino al 50% (io mi sono accaparrata una borsa a 9,99€) e sono veramente capi di mezza stagione, quindi maglie, blazer, abiti; poi certo, ci sono anche sandali e magliette o bluse a maniche corte ma sono cose che si indossano comunque in questa stagione. Il sito propone una vasta scelta di prodotti scontati e personalmente mi sono innamorata di un sacco di cose 🙂

Pull&Bear propone un po’ di tutto: blazer adatti a questa stagione ma anche vestitini e tutine da mettere quando fuori c’è il sole e ci sono 30 gradi, oppure se avete vent’anni e il freddo non vi spaventa (io ho una certa età, per me adesso è già l’ora della canottiera di lana e dei pigiamoni antisesso). Anche qui sconti fino al 50% (fino al 24 settembre) ma la scelta dei capi è un po’ scarsa.

E per ultimo Bershka. Un misto tra cose estive e abiti/scarpe da mezza stagione, meno scelta di Mango ma un po’ di più rispetto a Pull&Bear, cose carucce e sconti fino a 50%.

Io ho già adocchiato un sacco di cose molto carine, se volete avere qualche spunto o avere un’idea di quali sono le propose di questi shop on line date un’occhiata alla mia pagina Instagram 😉

E ovviamente, buono shopping a tutti!! 😉

Annunci

Sephora e i suoi rossetti

5 Apr

Dunque, è Pasqua, sono in vacanza da 4 giorni, sono in ansia per un lavoro ma fino a martedì non devo pensarci, quindi, visto che ho un po’ di tempo libero tanto vale impiegarlo in ciò che mi riprometto di fare da mesi. Così, eccomi qui a fare la mia prima recensione…

Si tratta di due prodotti di Sephora, due rossetti per la precisione, il Rouge Infusion e l’Outrageous Rouge.

Ma prima di partire con la recensione, giusto due commenti, come avevo accennato valuterò ogni prodotto in ogni sua sfaccettatura e per ognuna darò un voto e il giudizio finale sarà una media ponderata di tutti i voti. Ogni prodotto sarà giudicato per prezzo, qualità, rapporto qualità/prezzo, packaging, aspetto, skin feel e applicabilità, play time ed infine after feel.

E ora si inizia… Pronti!? Partenza!! Via!!

Rouge Infusion n° 03 Pink Essence 14,00 €

Comprato la scorsa estate, cercavo da un po’ un rossetto rosa bambola, in realtà lo cercavo matte ma non trovandolo ho ripiegato su questo appena uscito 🙂

Descrizione sul sito Sephora: un impalpabile gloss effetto bagnato che lascia le labbra morbide e non appiccicose, vestendole di un colore intenso per 10 ore.

Nei consigli di utilizzo non c’è niente di particolare, tranne quello di utilizzarlo direttamente sulle labbra (senza primer quindi) ma quando l’ho acquistato la commessa mi ha detto che a seconda del finish che volevo (solo leggermente colorato oppure con il colore più accentuato) potevo stenderlo da una a tre volte consecutive.

Sephora_Rouge Infusion_03_Pink Essence prezzo: 7

allora, considerando quanto ce n’è dentro forse costa un po’ troppo,  ma non poi così tanto se consideriamo che ci sono rossetti che costano anche 40 o 50 €

qualità: 7

è abbastanza fluido, ad una prima occhiata dà l’idea che si possa stendere bene

rapporto qualità/prezzo: 7

 packaging: 5

 è leggero, fine, quindi può stare facilmente in qualche borsetta ma, sì c’è un ma, anzi più di uno… primo il fatto che sia così lungo fa sì che molto prodotto al posto di stare sulla spugnetta rimanga sull’asta e quello è tutto prodotto perso e secondo è fatto un po’ a molla, nel senso che appena che si svita l’asta scatta verso l’esterno

aspetto: 8

come ho già detto è fluido abbastanza per essere steso sulle labbra, ha un colore rosa molto intenso (e anche gli altri colori, in tutto 14 sono molto belli ed intensi), ha un odore tenue, quasi di caramella, viene voglia di mangiarselo

skin feel ed applicabilità: 7

si spalma bene come ci si aspetta, riempie bene le labbra, ma se si vuole un colore più accentuato deve essere applicato tre volte consecutivamente aspettando qualche secondo tra una passata e l’altra e se si ha poco tempo per truccarsi non si può aspettare neanche un secondo 😉

play time: 6

questo fatto di dover aspettare qualche secondo tra una passata e l’altra proprio non mi va giù

after feel: 7

effetto bagnato sì, labbra morbide ni, cioè, all’inizio sì ma dopo un po’ si seccano e in più se si fanno tre passate il prodotto tende a spostarsi ai lati della bocca; non appiccica tanto ma un po’ sì; e mi spiace, ma non dura 10 ore (però su questo non posso dire che valga per tutti i colori, ho provato sulla mano un rosso accesso ed è andato via solo con lo struccante).

giudizio finale: 6,83 >> 7

Alla fine, quindi, direi, che questo rossetto è più che promosso, ha qualche difetto, certo e sicuramente non si può mettere la mattina, quando si devono fare le corse per prepararsi e si sta perdere il treno ma per altri impegni va più che bene 🙂


Outrageous Rouge  n° 07 Burgundy Scandal 14,90 €

Comprato quest’autunno e in questo caso volevo un rossetto scuro, moolto scuro; così quando mi è arrivata la news letter di Sephora con questo nuovo prodotto ho pensato che potevo provarlo.

Descrizione sul sito Sephora: Un rossetto liquido straordinario, colore e coprenza esagerati, per un risultato no transfer che durerà tutta la serata. La sua formula innovativa ricopre le labbra di un film waterproof ultra pigmentato, che resiste a tutto, tranne che all’olio e alle sostanze grasse!

E poi un lungo elenco di consigli di utilizzo: attenzione, questo rossetto necessita di qualche accorgimento e di un’applicazione specifica. ACCORGIMENTI #01 – Non applicare un balsamo labbra prima del rossetto Outrageous Rouge, altrimenti il film non aderirà alle labbra; #02 – Stendere il rossetto lentamente e con precisione, perché un’eventuale sbavatura sarà difficile da correggere; #03- Evitare di effettuare troppi ritocchi per non rovinare il risultato finale; #04 – Per un durata esagerata, evitare olio e sostanze grasse! METODO DI APPLICAZIONE 1. Applicare il prodotto iniziando dalle commessure labiali e stendendolo verso il centro. Cercare di applicare il prodotto con un’unica passata, perché la formula si asciuga molto rapidamente; 2. Non stringere o bagnare le labbra per 1 minuto dopo l’applicazione, affinché i pigmenti abbiano il tempo di fissarsi; 3. Struccarsi con l’Olio-Gel Struccante Labbra o con uno struccante waterproof.

Sephora_Outrageous Rouge_07_Burgundy Scandalprezzo: 7

in questo caso, considerando il contenuto, il prezzo mi sembra molto adeguato

qualità: 4

in generale non posso parlarne bene, all’apparenza sembra stendersi bene ma non è così, si asciuga troppo in fretta e appiccica, l’unica cosà di qualità è il colore

rapporto qualità/prezzo: 5,33

 packaging: 7

devo dirlo, alla fine credo che su questo prodotto Sephora abbia puntato più sul packaging, perché quello mi piace, un sacco, trapuntato così sembra quasi un gioiello e il fatto di avere l’asta corta e la spugnetta lunga fa sì che il prodotto finisca in grande quantità sulla quest’ultima evitando una perdita eccessiva

aspetto: 7

ad una prima occhiata niente da dire, fluido, di un bel colore intenso essendo un rossetto iperpigmentato, e anche se sembra seccarsi un po’ appena aperto sembra che si possa stendere con facilità

skin feel ed applicabilità: 4

l’idea alla prima occhiata non è mai stata così sbagliata, si stende male, e fa i grumi, è iperpigmentato sì ma non riempie in modo uniforme tutte le labbra; troppi accorgimenti da usare per applicarlo

play time: 4

si asciuga troppo velocemente facendo sì che si creino grumi e impedendo la correzione con un pennello o la rimozione di un’eventuale imperfezione

after feel: 2

non si può usare né un burrocacao né un primer, quindi si potrebbe pensare che il prodotto lasci le labbra morbide e duri un sacco, sì dura un sacco ma lascia le labbra mooolto secche; facendo i grumi, dopo le labbra non hanno un bel aspetto, soprattutto se il colore è scuro come quello che ho scelto io, appiccica troppo, io ho provato a chiudere le labbra e quando le ho riaperte ha fatto i fili tra un labbro e l’altro (meno male che non l’ho messo ad un primo appuntamento -.-“).

giudizio finale: 4,90 >> 5

Non ho troppe parole… sono molto delusa, gli avrei dato anche 2 0 3 come giudizio finale, ma la matematica non mente e la media ponderata, ahimè, è quella.

S/S 2014 in modalità revival

10 Mar

Dopo settimane finalmente la pioggia ha smesso di cadere e io sono già in modalità primavera, ma ovviamente, come ogni donna che si rispetti, aprendo l’armadio per fare il cambio di stagione il primo mio pensiero è stato: “Non ho niente da mettere!!”. Superata la crisi di panico ho iniziato a dare un’occhiata alle maggiori riviste di moda per capire cosa mi piaceva e cosa avrei dovuto comprare e ho scoperto che forse non tutto quello che ho nell’armadio è da accantonare, così prima di rendervi partecipi del mio shopping primaverile, ho deciso di mostrarvi come recuperare vecchi capi o accessori che potreste aver dimenticato di avere e che andranno di moda questa primavera, perché si sà, alla fine è un circolo vizioso e prima o poi “tutto torna”.

Era il 2000 (o anche prima, non ricordo), facevo le medie e praticamente indossavo solo jeans (se ve lo state chiedendo no, non ci entro più dentro purtroppo) e da vera seguace del “tutto coordinato” indossavo anche giubbottini di jeans, chiari, scuri, colorati e chi più ne ha più ne metta. Uno dei must di questa primavera/estate è il denim quindi, perché non riesumare qualche giubbotto, che stranamente mi va ancora, e indossarlo!? (magari non in coordinato con i jenas, non è più di moda).

wpid-20140222_151633.jpg

wpid-20140222_151646.jpg

Passiamo al 2003, periodo di saldi estivi e io compro un completo top e gonna di camoscio, sempre per la regola del “tutto coordinato” mi cade l’occhio su una borsa di camoscio con le frange e io questa borsa l’ho conservata certa che prima poi sarebbe tornata di moda: per chi non lo sapesse quest’anno va così, frange per tutti come se piovesse!!

wpid-20140222_151851.jpg

Terzo e ultimo recupero, i pois: in realtà non sono una fanatica né di righe né di pois, qui la regola del “tutto coordinato” viene soppiantata da quella del “troppo stroppia”, però nel 2007 mi ero fissata che volevo un paio di scarpe blu con i pois bianchi, alla fine ho travato dei sandali che, lo ammetto, da allora ogni estate indosso almeno una volta e quest’estate mi sa che me li vedrete ai piedi spesso.

wpid-20140222_150158.jpg

Ora tutto questo per dirvi primo che non tutto è da buttare quando non si usa, potrebbe sempre tornarvi utile e secondo che evitando di (ri)comprare cose che avete già ma non ricordavate di avere vi ritroverete con più budget per acquistare ciò che vi serve, io per esempio penso che farò un pensierino su un chiodo che ho visto da Zara 😉
E per darvi un’idea del risparmio che deriva dal recuperare, vi elenco, a titolo d’esempio, i prezzi di capi simili a quelli citati qui sopra, che ho trovato in giro per la rete e su alcune riviste:
giubbotto di jeans: dai 100€ ai 200€, più o meno quelli della Levi’s si aggirano su queste cifre
borsa con le frange: dai 50€ ai 100€, ma ne ho trovata una di Valentino Garavani che costa 1100€ o.O
scarpe a pois con tacco: dai 100€ ai 300€ firmate Hogan (ma ho la sensazione che ce ne siano anche di più costose)

E voi avete qualcosa nascosto in fondo all’armadio che avete intenzione di riesumare e reinventare!?

Snow nails

3 Feb

Con il tempo di questi ultimi giorni e sopattutto con le temperature polari di questi giorni (per forza, erano i giorni della merla -.-“) la mia voglia di uscire di casa si è nascosta sotto il letto e lì è rimasta per tutto il weekend; ma a stare chiusi in casa tutto il giorno, dopo un po’ non si sa più cosa fare, così al posto di farmi la solita manicure ho optato per una nail art invernale, con i fiocchi di neve sull’anulare (o almeno dovevano sembrarena fiocchi di neve).

2014-01-31 21.38.08Per prima cosa dopo aver limato e lucidato le unghie, ho steso una mano di base indurente, ho usato ultra strong nail hardener della Essence (in alternativa potete usare qualsiasi altro tipo di base), poi ho steso due volte lo smalto di un bel blu acceso (Kiko nº 335). Per i fiocchi di neve ho usato il kit per lo stamping della Essence che ho acquistato qualche anno fa: non avendo un disegno a forma di fiocco di neve ho optato per dei fiorellini stilizzati, ho steso lo smalto bianco sopra il disegno e con lo stampino ho riprodotto il disegno su entrambi gli anulari. Infine ho rifinito la mia nail art con una mano di Essence gel-look top coat (ho provato  top coat effetto gel di vari marchi diversi e devo dire che per ora questo si è rivelato il migliore, ma ne parlerò meglio in un altro post).

Ed ecco nella foto il risultato del mio esperimento di nail art… che dite!? Sembrano fiocchi di neve o si vede benissimo che sono fiorellini!?

Nail polish A/W 2013-2014

15 Ott

Parto da una premessa: sì lo ammetto, sono nail polish addicted, ne ho un numero spropositato (non oso neanche contarli), mi piace cambiare colore in base all’umore, all’outfit e alla stagione. Ecco perché mi sembrava doveroso fare un post sui nuovi colori di stagione, forse non tutti li avrete visti alle unghie delle modelle che hanno sfilato durante le varie FW, qualcuno mi sono permessa di aggiungerlo io secondo il mio gusto peronale 😉

Ma non tiriamola troppo per le lunghe, quali sono i colori che stenderemo sulle nostre unghie!?

my nailpolish AW_1

Sicuramente il rosso, in tutte le sue nuance; personalmente punterò soprattutto sul bordeaux, sul rosso mattone e sull’irrinunciabile rosso Valentino, ma anche il rosso corallo non mi dispiace.

Per abbinare lo smalto all’abito, si dovrà puntare sul verde, soprattutto il verde bosco e il verde militare (adatto anche con un outfit sui toni del marrone 😉 ), sul blu e sul vinaccia.

Osservando la manicure delle modelle sulla passerella ho notato in molte un nude look, quindi rosa chiaro  o beige, ideale in qualsiasi occasione e con qualsiasi outfit.

Infine per fare un po’ l’outsider, come già avevo anticipato mi sento di proporre qualche altro colore che non può mancare alla vostra colezione:

il nero e il grigio, magari con l’anulare bianco, giusto per staccare un po’; poi un colore pastello come l’arancione pesca o il verde chiaro (lo so, lo so, sono colori estivi, ma perché non portare un po’ di allegria nelle giornate uggiose e cupe che ci aspettano!? 😛 ).

collage my nailpolish AW

Ah già, quasi dimenticavo, quest’anno andrà molto di moda il tartan, quindi, perché non provare a creare una “tartan nail art” magari sull’anulare!?

Nail care & nail polish care

22 Set

L’estate, ahimè, è finita, sta artivando l’autunno e con l’arrivo della nuova stagione arrivano anche le nuove tendenze in fatto di nail polish (presto un nuovo post sui colori cult della stagione A/W 2013-2014).

Ma l’uso di uno smalto colorato vuole prima di tutto che le unghie siano ben curate, quindi, oltre a fare manicure e pedicure periodicamente, è necessario utilizzare la base giusta prima di applicare lo smalto da noi scelto. E qui la cosa si complica, perché di base non ne esiste solo una, ce ne sono un bel po’ da scegliere a seconda delle nostre necessità:

  • se le nostre unghie non hanno grossi problemi possiamo usare una base normale, senza funzioni particolari; io consiglio quella della Rimmel, oppure, se volete spendere meno, anche quella della Essence è molto valida;

  • se avete bisogno di rinforzare le unghie, perché si rompono facilmente o si sfaldano (specialmente nelle mezze stagioni), è bene usare una base indurente; io ora uso quella della Essence, mentre prima usavo quella della Rimmel che non andava male, ma facendo un confronto qualità/prezzo, quella la prima è migliore; in passato ho provato anche quella della Mavala ma con scarsi risultati: al posto di indurirsi l’unghia si sfaldava ancora di più. Una piccola osservazione sulle basi indurenti è di dovere: è sempre meglio alternare questo tipo di smalto con un’altra base in quanto utilizzando sempre lo stesso si rischia di ottenere l’effetto contrario facendo diventare l’unghia ancora più fragile;

  • in caso le vostre unghie tendano ad ingiallirsi, potete usare una base antigiallo: di solito queste basi sono di colore bianco, a differenza di quelle sopracitate che sono trasparenti, e contengono delle particelle di colore blu (praticamente invisibili) che servono per neutralizzare il giallo dell’unghia; io mi sono “affezionata” a quella della Pupa, altre mie amiche invece usano quella della Kiko. Consiglio di usare questa base quando si vuole fare la french manicure (in quanto solo la parte superiore dell’unghia viene coperta dallo smalto bianco) e soprattutto quando si va in vacanza in posti di mare e in particolar modo sui piedi, perché la sabbia tende a sporcare e a far ingiallire le unghie;

  • se la superficie delle unghie non è particolarmente liscia una base che si può usare è quella levigante: anche questa colorata, rosa o bianca, ha una consistenza che permette di andare a “riempire” le imperfezioni dell’unghia; anche in questo caso io uso quella della Pupa e l’ ho scelta rosa per dare un colore più naturale all’unghia.

In generale, come ho già scritto prima, sopra alla base viene applicato uno smalto colorato, ma non è obbligatorio: se non siete amanti dei colori è comunque sempre utile applicare una base prima di utilizzare il top coat trasparente; in questo caso però,  vi consiglio di stendere due mani di base.

Immagine

Finora ho paralato solo di nail care, però anche gli smalti in sè vanno tenuti con cura, altrimenti si rovinano in fretta, vengono duri e non possiamo più usarli. Ecco, quindi di seguito qualche consiglio per allungare la vita ai nostri cari nail polish:

  • quando lo smalto inizia ad essere più difficile da stendere potete diluirlo con qualche goccia di diluente per unghie: per quello della Kiko, ad esempio, si possono usare dalle 2 alle 6 gocce a seconda dello stato dello smalto; attenzione, non usate mai il solvente per unghie come diluente perché, anche se efficacie nel rendere lo smalto più fluido, può causare lo sfaldamento e la rottura delle unghie;

  • un altro trucchetto per evitare che lo smalto si indurisca è quello di agitarlo almeno una volta a settimana, io ad esempio, quando scelgo quale colore usare ne approfitto per controllare lo stato di tutti i miei nail polish e li agito; non tutti i marchi, però inseriscono all’interno del boccetto le sferette di metallo utili quando si agita lo smalto, e allora come fare quando queste mancano!? Semplice, prendetele dagli smalti vecchi che state per buttare, pulitele con un po’ di solvente, poi sciacquate con acqua e detersivo, asciugate e inseritele in quegli smalti che vi sembra stiano diventando più duri (una sferetta per smalto dovrebbe bastare);

  • ultima accortezza è quella di tenere tutti i nostri nail polish al riparo dalla luce, in quando potrebbero cambiare colore e indurirsi.

Bye bye estate, benvenuti stivali!!

6 Set

L’estate ahimè è ormai arrivata al termine: parei, costumi e sandali verranno presto riposti negli armadi pronti per essere riesumati il prossimo anno e, come al solito quando si fa il cambio di stagione, noi donne ci renderemo conto di non avere niente da mettere per la nuova stagione in arrivo.

Io sono un amante delle scarpe e, nonostante ne abbia un’infinità, ho già stilato un lungo elenco di cosa vorrei comprare nelle prossime settimane. Per capire quali saranno i trend della prossima stagione e non sbagliare nell’acquisto ho fatto un po’ di ricerche on line e sfogliando le riviste di moda: di certo c’è che torneranno le punte e i tacchi squadrati e i tacchi stiletto, riproposti in vari modi a seconda del tipo di scarpa.

Dal momento che, con l’arrivo dell’autunno, ci aspettano molte giornate di pioggia in questo post ho deciso di occuparmi di stivali e stivaletti che indosseremo nella prossima stagione, per essere al top anche sotto il diluvio universale.

Primi tra tutti, visto che ho parlato di tacchi stiletto non possono mancare gli ankle boots, comodi ma allo stesso tempo supersexy, proposti da Charlotte OlympiaVersus e Salvatore Ferragamo, rigorosamente tutti neri e ornati con dettagli preziosi e particolari (come la spilla su quelli di Versus).

Sempre per rimanere in tema “femme fatale”, dovremo avere nel nostro armadio un paio di stiavali alti con tacchi vertiginosi, anche per questi il nero è d’obbligo, come quelli di Christian Louboutin con la familiare suola rossa.

in alto da sinistra: ankle boots by Charlotte Olympia - ankle boots by Versusin basso da sinistra: ankle boots by Salvatore Ferragamo - stivali alti con stiletto by Christian Louboutin

in alto da sinistra: ankle boots by Charlotte Olympia – ankle boots by Versus / in basso da sinistra: ankle boots by Salvatore Ferragamo – stivali alti con stiletto by Christian Louboutin

Un’altra proposta di stagione sono gli stivali in stile anni ’70, alti con tacco squadrato, adatti se si deve camminare tanto senza soffrire per il male ai piedi ;). Tra tutti quelli che ho trovato mi sono piaciuti soprattutto due modelli, quelli de L’Autre Chose e quelli di Taupage.

Immancabili i riding boots, ovvero gli stivali da cavallerizza, come quelli che ci propongono Tory Burch e Gucci, comodi e fashion sia con un paio di jeans che con una gonna.

in alto da sinistra: anni '70 style by L'Autre Chose - anni '70 style by Taupage / in basso da sinistra: riding boots by Tory Burch - riding boots by Gucci 

in alto da sinistra: anni ’70 style by L’Autre Chose – anni ’70 style by Taupage / in basso da sinistra: riding boots by Tory Burch – riding boots by Gucci

Poi ci sono i daily boots, cioè quelli da poter utilizzare tutti i giorni, comodi con tacchi larghi medio alti; si possono trovare in vari colori, nero, verde, tinta cuoio, insomma tutti i colori must di stagione. Io vi propongo quelli di Rag&Bone e quelli di Mulberry con una staffa a lato che li rende molto chic.

Ultimi, ma non per importanza, gli intramontabili biker boots, neanche a dirlo neri, come quelli di Patrizia Pepe e impreziositi con borchie circolari da Ash per farli diventare ancora più glam.

in alto da sinistra: daily boots by Rag&Bone - daily boots by Mulberry / in basso da sinistra: biker boots by Patrizia Pepe - biker boots by Ash

in alto da sinistra: daily boots by Rag&Bone – daily boots by Mulberry / in basso da sinistra: biker boots by Patrizia Pepe – biker boots by Ash

Per finire due piccoli appunti sulle scarpe di moda nella prossima stagione:

  • nota negativa: torna il bicolor; no, no e poi no, le scarpe bicolor sono inguardabili!! L’unico bicolor che posso approvare è la suola rossa delle Louboutin in contrasto con il colore della scarpa, per il resto tutto bocciato;

  • nota positiva: è in arrivo la nuova collezione di Manolo Blahnik, verrà presentata in occasione della London Fashion Week che si svolgerà a Londra dal 13 al 17 settembre. Siete pronte a volare tutte a Londra!?