Tag Archives: ansia da prestazione

Gli -enta in avvicinamento

25 Set

Tra pochi giorni arriverà QUELLA data, il mio compleanno, e con questa data arriverà anche la cifra tonda… i fatidici 30

 

… … …

 

azz… già mi viene l’ansia…

 

Ma poi, l’ansia per cosa!?

Passiamo la vita a raggiungere traguardi e ad ogni traguardo gli altri hanno delle aspettative nei nostri confronti.

Compiamo 18 anni, dobbiamo scegliere l’università e decidere cosa faremo da grandi, perché in fondo un po’ grandi già lo siamo, le decisioni sono solo nostre e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Ed ecco un altro traguardo, la laurea… e dopo!? Cosa vuoi fare adesso!? L’hai scritto un curriculum!? Devi trovare un lavoro, non puoi mica vivere d’aria!! E insieme alla laurea c’è il compimento dei 25 anni, perciò dobbiamo essere più seri, più responsabili e dobbiamo iniziare a mettere la testa a posto.

Ma è quando iniziano ad avvicinarsi i 30, così minacciosi, così carichi di (falsi) miti e leggende, che le aspettative crescono, ma non tanto quelle delle persone vicine a voi quanto quelle di tutti gli altri… beh, a 30 anni è ora di mettere veramente la testa a posto… Quand’è che ti sposi!? E i figli!? Alla tua età io avevo già sfornato 2 marmocchi… il tutto avvalorato dal fatto che in ogni direzione in cui guardi (o meglio, in ogni post sui social che guardi) vedi persone della tua età, amici, compagni delle elementari, colleghi universitari, che si stanno per sposare o sono in attesa di un figlio (qualcuno ha anche 1 o 2 figli già all’asilo).

Ora, io sarò cinica, poco romantica e forse mi sento ancora un po’ figlia, ma una cosa non la capisco… ma tutta sta fretta di sposarsi e fare figli da dove arriva!? Cioè, non è che superati i 30 ci chiudono in uno stanzino e non esistiamo più, e nemmeno raggrinziamo come una prugna secca appena scatta l’ora X.

Forse perché io non mi sento ancora arrivata (oltre al non sentirmi pronta ovviamente), non ho un lavoro fisso, non ho dimestichezza con le storie a lungo termine ecc… però proprio questa cosa non la capisco… Non fraintendetemi, ognuno fa le sue scelte, ma perché tu sposa e madre a 25 anni devi venire a rompermi le palle se io, a differenza di te, viaggio bene da sola o accompagnata con chi la pensa come me!? Perché mi devi mettere l’ansia!?

Che poi, io una persona con cui sto bene ce l’ho anche… ma stiamo bene ognuno a casa propria, nelle nostre camere da figli unici, seduti a tavola a cenare con i nostri genitori e a fare quello che si vuole senza troppa invasione di spazi. E i bambini non è che non mi piacciano… per dire, ieri mi sono emozionata perché la figlia della mia migliore amica ha detto “mamma” per la prima volta… i bambini mi piacciono,  sono carini, dolci ecc, ma fondamentalmente mi piacciono perché sono figli degli altri…

Insomma io a (quasi) 30 anni ho capito che tutte le cose che mi piacciono sono belle fino a quando devo gestirne solo i lati positivi, poi iniziano a diventarmi stretti… “Ciao, sono S. e mi piace vivere nel mondo delle favole ” “Ciao S.”

Annunci